Cerca

Drammi famigliari VERI ed istituzioni spazzatura!

Novafeltria, 12/08/2013 Buongiorno, sono un cittadino con moglie e 2 figlie che ancora (forse per poco), non ha deciso di fare gesti eclatanti. Vorrei per il momento mettere al corrente più persone possibili della mia situazione attuale, e magari avere delle risposte concrete su cosa potrei fare. Sicuramente ci sono altre famiglie italiane messe come noi ma ai capi interessano più altre tematiche, come ad esempio l’omofobia, liberare un po’ di criminali attraverso l’indulto, parlare di Berlusconi, ammazzarci di nuove tasse ecc…. Da Gennaio 2012 ad oggi, ho inviato la bellezza di 300-350 curriculum in mezza provincia di Rimini senza nessun riscontro. In tutto il 2012 ho lavorato la bellezza di UN MESE E MEZZO, e non dico in che condizioni, alla faccia LOZZOSA di qualcuno che dice che noi italiani non ci adattiamo. Il 16/04/2013 mi è terminata la disoccupazione ordinaria e da quel momento sono a ZERO reddito, (sono un esodato? Uno scarto? O cos’altro se esiste un termine congruo?). In tv si sente dire sempre “no ai gesti eclatanti, no ai gesti violenti andate dalle istituzioni a chiedere aiuto….” Bene, mi reco in Comune e dall’assistente sociale, mi dicono che devo presentare l’isee poi vedremo il da farsi (?), intanto compilo una domanda per eseguire lavoretti di manutenzione varia per il comune stesso a 3 euro all’ora!! (a tutt’oggi nessuna chiamata). Mi reco dal patronato e vengo a sapere che gli assegni famigliari non li posso più avere perché non ho 3 figli ma 2, non ho più una prestazione da parte dell’inps, ed inoltre mia moglie non li può prendere perché dovrebbe fare almeno 13 giorni al mese di lavoro. (Lei fa la promoter nei supermercati e di media lavora 5-8 giorni al mese). Quindi torno all’inps per chiarire meglio la situazione degli assegni famigliari, e dopo un breve colloquio mi sento confermare quello che già mi aveva anticipato il patronato con un eloquente e diretto “lei non ha più diritto a niente”. PAZZESCO!!!! Questo SCHIFO di STATO non mi riconosce neanche gli assegni famigliari, a maggior ragione ora che ho pure finito la disoccupazione, quando ai ROM viene erogata attraverso una legge di questo FOTTUTO STATO una diaria di 30 EURO al giorno! Per non parlare dei 5,6 MILIONI di EURO messi a disposizione per l’attuazione del piano rom del Comune di Milano da parte del MINISTERO DELL’INTERNO!! (Da “Il Giorno”) e qui mi fermo…. Meglio darli ai DELINQUENTI e ai LADRI piuttosto che alle famiglie ITALIANE in difficoltà. E che non si cominci subito a parlare di razzismo perché questa è la pura verità, mi sono informato e potrei continuare ancora. Per quanto mi riguarda il prossimo passaggio sarà quello di togliere la linea telefonica fissa, le vacanze non le facciamo più dal 2008! La domanda da porre ad un esperto e anche ai nostri MALEDETTI LADRI RIPUGNANTI che ci comandano è: Come mi devo comportare? Che prospettive ho a 43 anni? Soprattutto quali prospettive avranno le mie figlie? Grazie per l’attenzione, Bevitori Ivan. P.S. Le risposte, i consigli, i suggerimenti per favore via mail, non sono in grado di comprare il giornale tutti i giorni, grazie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog