Cerca

La lentezza delle nostre istituzioni

La colpa dell'incresciosa situazione venutasi a creare con le dimissioni dei ministri di area PdL ( con tutto il bailamme che ne è seguito) ,il normale cittadino pensa non sia di Berlusconi e neppure del PD. E',come quasi sempre accade,della esasperante lentezza dell'azione di alcune istituzioni (altro che lasciarla così,la "Sacra" Costituzione,bisogna rivoltarla come un calzino...),tra le quali eccelle l'organizzazione Giustizia. Un qualsivoglia giudice ha a disposizione 90 giorni (solari,lavorativi oppure seguenti il calendario delle Camere...?) per scrivere una sentenza già stabilizzata nel suo cervello e stradivulgata nei Talk-show ? La Consulta,non volendo essere da meno impiega un'eternità per stabilire se una legge è corretta o no,e se può essere considerata retroattiva oppure no. Immaginando che le loro convinzioni,gli "Alti" Giudici,se le siano già fatte e rifatte,cosa ci sarebbe voluto,anche se si fosse trattato di una Domenica,un paio di giorni dopo aver ricevuto il quesito posto da Berlusconi (la Legge Severino è valida oppure no secondo la nostra Costituzione ?) a emettere la loro definitiva sentenza ?. La cosa sarebbe finita lì,e il governo starebbe tuttora in piedi. Il "parere" della Corte Costituzionale,viceversa,arriverà quando ormai dalla padella saremo caduti nella brace.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog