Cerca

Lo stravolgimento dei regolamenti,pro domo sua...

Non c'è più alcun dubbio. Silvio Berlusconi continua a stravolgere prassi,usanze consolidate e anche regolamenti che da tempo immemorabile disciplinano il funzionamento di istituzioni "sacre". Oltre all'accelerazione dei processi a lui dedicati,con la "chiama" di giudici feriali e festivi,assistiamo alla frenesia che colpisce la Giunta per le elezioni,che per altri soggetti "giudicati" ha atteso anche un anno e oltre,mentre per il Cavaliere si è riunita d'urgenza. Evidentemente temeva che si desse alla fuga anche se privo di passaporto,capirai,uno che possiede auto,panfili e aereo,se vuole...Il regolamento del Senato stabilisce che l'eventuale decadenza di un suo membro dev'essere stabilita per mezzo di voto segreto ? Non importa,è per Berlusconi,no? E allora,come si fa con i treni,"si cambia". E' Felice Casson,un altro giudice che ha cambiato mestiere per potersi "esprimere" meglio,ad illuminare solo il colto e,nelle sue intenzioni,anche l'inclìta : " Voglio il voto palese perché anche in base alla Costituzione la legge Severino è una norma a tutela del Senato e non c’entra niente il voto segreto". Io,che faccio parte dell'inclìta,non ci ho capito un gran che,e voi ?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog