Cerca

Errori del Ministro della Sanità

Non ho ben capito la strategia del Ministro della Sanità che , a giudicare dalla stampa, avrebbe impedito tagli alla Sanità, anche minacciando le dimissioni. Mi pare di capire che l’ opposizione stesse nei tagli lineari, facendo cosi presupporre che la stessa non si opponesse a tagli mirati. Se cosi stanno le cose, non si capisce perchè nel disegno di legge di stabilità , non appaiono tagli alla Sanità che è uno dei pilastri della spesa pubblica italiana. Per analogia, se si fosse completamente rinunciato ai tagli lineari in favore di tagli mirati, si sarebbe potuto applicare la stessa tecnica applicata nello stesso disegno di legge , per giustificare l’ introduzione d i tagli lineari derivanti da spending review,da blocco contrattazione Pubblica Amministrazione e blocco indicizzazione pensioni, aggiungendo cioè una clausola di salvaguardia che interviene solo qualora non si siano individuati e applicati i tagli derivanti da spending review. Vero è che la stessa cosa accadde quando si introdusse l’ aumento dell’ IVA come clausola di salvaguardia nel 2011, qualora non fossero intervenute risorse sufficienti daq spending review, ma è anche vero che dagli errori si può e deve imparare. D’ altra parte mi pare che la stessa Lorenzin riconosca che nella gestione della Sanità esistono sprechi in molte regioni, e lo stesso Ministro del Lavoro Giovannini, ha affermato oggi che a Dicembre sarà completata la stesura dei costi standard degli acquisti e servizi sanitari, e pertanto i tagli previsti avrebbero dovuto essere previsti nel budget triennale della legge di stabilità, lasciando il compito di riempirli di contenuto, ai tecnici che stanno studiando tali costi standard. La rinuncia a programmare tagli nella Sanità, è una rinuncia indicativa di resa, e non mi sembrano appropriati i toni trionfalistici, del Premier, Vicepremier e Ministro della Sanità su quello che giudico un errore colossale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog