Cerca

Al governo ancano i fondi: sarà vero?

Si millanta che manchino i fondi al governo per fare di più, ma perché nessuno mette in conto i 5000 miliardi che l'Italia spende per salvare e poi mantenere i clandestini che sbarcano sulle nostre coste? (persone arroganti e burbanti, che non diranno mai "scusate" né "grazie", che per attraversare il mare in quelle condizioni spendono cifre con cui potrebbero benissimo comperarsi un biglietto aereo per un paese accogliente, dove non esiste la Bossi-Fini); nessuno conta la quantità di denaro che spendiamo a favore dell'Onu, più di quanto non diano tanti altri Paesi che spesso ci guardano con un sorrisetto ironico? (però non ci hanno ammesso nei 5+1!!); non si calcola quanto spendiamo per erogare pensioni agli anziani degli stranieri residenti anche se vivono all'estero? (e speriamo si tratti di un solo genitore e soprattutto che non si contino anche il nonno invalido e lo zio scemo); non si calcola quanto continuiamo a spendere per le missioni di "pace" all'estero presso popoli che non se lo meritano? (vedi Afganisthan o Libia); non si calcola quanto ci costano in denaro e immagine le migliaia di detenuti stranieri, che continuano così a danneggiarci anche dopo aver commesso crimine? (e consideriamo che sono quasi la metà del totale su una popolazione del 5%!). Quando ero piccolo e frequentavo il catechismo, mi veniva insegnato che la carità e la generosità sono atti volontari e non si possono imporre, al contrario della giustizia. Bene, io non sono né caritatevole né generoso, sono giusto: mi si può imporre di contribuire con le mie tasse a tutte quelle spese? Io sono generoso con i miei figli e con le persone che contano per me. Lo Stato dovrebbe istituire un fondo volontario (tipo 8 per mille) nel quale far confluire i denari di chi invece si sente di spendere per questi veri e propri invasori. Esaurito il fondo, si chiudano il rubinetto e la porta. Uno Stato che continua a spendere per tutto questo è solo un falso millantatore; non è vero che non ci sono i soldi. Perché se no sarebbe come se una famiglia che si dice indebitata e col papà cassintegrato, riducessi i pasti ai figli, eliminasse le vacanze, non andasse più al cinema, ma spendesse fior di quattrini per fare regali di compleanno ai figli dei vicini. Il che sarebbe anche peggio. E' tutto falso e probabilmente chi comanda mira a qualcosa di arcano e terribile per noi. Mattia Corvini Pordenone

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog