Cerca

Irpef su seconde case

Gentile Direttore, alcuni anni fa una mia vecchia zia mi lasciò in eredità la sua casa degli anni ’50, in una zona di periferia della città. Una volta era un quartiere di ceti popolari, ora è abitato solo da anziani e soprattutto da immigrati: in questa zona c’è la più alta concentrazione di persone provenienti dall’Africa e dall’Asia. Questo quartiere negli anni si è tramutato di giorno e di notte in una zona di degrado sociale e di emarginazione. Su questo immobile, che non riesco a vendere, finora ho pagato solo tasse. Ora leggo che il governo Letta, sostenuto da PD e PDL, ha varato una legge per cui su questa casa io (un ex-insegnante) dovrò pagare anche l’Irpef, mentre persone ricche 10, 20, 30, 40 volte più di me e che hanno acquistato una vera seconda casa in luoghi di villeggiatura come Capalbio, Cortina, Portofino non dovranno pagare l'Irpef perché hanno la residenza in un altro comune. Anni fa giudicavo la politica, i partiti, il governo attraverso categorie come destra, centro, sinistra, democristiani, comunisti, socialisti. Sono passati gli anni perché ora guardo al sistema politico nel suo complesso, in particolare ai parlamentari ed ex-parlamentari con seconde case in quei luoghi di villeggiatura, attraverso categorie come disgusto, rabbia, repulsione, voltastomaco, ladri, vampiri dissanguamento..

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog