Cerca

Finalmente qualche cosa si muove! In Emilia Romagna

Anche nella osannata (ingiustamente) regione Emilia Romagna la giustizia “batte un colpo” (bisogna vedere se arriva al traguardo). Sono indagati per PECULATO tutti i capi gruppo del consiglio comunale e forse se si sfoglia il codice penale potrebbe venir fuori qualche altro reato. Va ricordato che il presidente della regione Emilia Romagna è uscito indenne dall’inchiesta coop Terremerse (inchiesta giornalistica de “il Giornale”), se il fratello di Vasco Errani aveva ricevuto dei contributi pubblici illeciti, erogati dalla regione Emilia Romagna, il presidente di quella regione Vasco Errani NON POTEVA NON SAPERE ( la Corte di Cassazione nella recente sentenza sul caso Berlusconi nelle motivazioni ha detto: “Berlusconi non poteva non sapere “, i magistrati dovrebbe spiegare se i componenti del consiglio di amministrazione di quella società potevano non sapere e per quale motivo sono stati assolti). Mi vengono i brividi nel pensare che al presidente della regione Emilia Romagna –Vasco Errani- sono stati affidati i denari per la ricostruzione post terremoto nella regione Emilia Romagna. Se tutti i capi gruppo del consiglio regionale dell’Emilia Romagna sono stati indagati per lo stesso capo d’imputazione –peculato-, vuol dire che facevano comunella ed in pubblico “si menavano” come in una finzione cinematografica. Speriamo che i magistrati, che si sono ravveduti, emettono il provvedimento di sequestro conservativo e cautelare sui beni degli indagati; se vengono indagati i capi gruppo, ci saranno anche dei consiglieri che hanno interagito con i capi gruppo e quindi hanno “concorso” a commettere il reato ipotizzato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog