Cerca

Un valido Programma Energetico per l’Italia

Un valido Programma Energetico per l’Italia Nel quadro energetico nazionale,la necessità più impellente è quella di ridurre il costo dell’energia elettrica per tutte le imprese e società che operano nel campo industriale e diminuire i costi gestionali. Bisogna renderlo più basso di quello delle grandi industrie europee e internazionali che ci circondano,ovvero: Rimettere in funzione le quattro centrali nucleari già esistenti sul territorio nazionale: Latina,Caorso,Trino Vercellese e Garigliano. Tali centrali esistono e non sono da costruire, quindi non ci vogliono 10,15,20 anni come si dice in giro;sono pronte,vanno solo modernizzate rese più sicure.Le molte stazioni di trasformazioni e le linee elettriche che le collegano alla rete nazionale ci sono,le centrali si possono rimettere in funzione in brevissimo tempo. Spingere al massimo il ripompaggio notturno delle centrali idroelettriche nelle ore notturne,quando l’energia prodotta da tutte le centrali si spreca,le centrali idroelettriche debbono funzionare al massimo solo nelle ore di punta là dove è possibile .Certo è che la centrale di Castel Giubileo sul Tevere (Roma) non si può sfruttare così, ma tutti i bacini alpini o quelle centrali che hanno un lago per alimentazione ne possono fare uso. La maggior parte della produttività deve essere supportata dalle centrali idroelettriche,nucleari,termoelettriche o centrali con turbine a gas,che devono essere messe a regime solo in caso di bisogno altrimenti si lasciano al minimo e in parallelo (termine tecnico). Questo è il minimo da fare subito. Poi esistono le Centrali a turbogas,vale a dire alternatori collegati ad una turbina a gas, del tipo di quelle degli aerei per dirla in termini chiari,si potrebbe iniettare nelle camere di combustione della predetta turbina, metano liquido proveniente dalle navi metaniere,con notevole miglioramento del rendimento delle turbine stesse . Infatti è il salto termico di temperatura fra l’inizio della combustione e la fine della combustione stessa a determinare il rendimento e la potenza di un motore a gas. Quindi insieme alla possibilità delle centrali turbogas ad entrare rapidamente a regime , darebbe la possibilità di aumentare la produzione al momento del fabbisogno e poter rapidamente ridurre la potenzialità e il consumo al momento giusto,quando il carico diminuisce.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog