Cerca

Quelli che hanno antipatie per Berlusconi

Cari italiani, miei concittadini. Io non sono nessuno! Però, da normale cittadino che paga le tasse, onesto, e che vivo con grande dignità, vi scrivo questa mia lettera “aperta” per farvi conoscere il mio pensiero su un uomo che in quest’ultimo periodo è diventato il bersaglio assoluto di una certa categoria di politici! Io sono un convinto Berlusconiano, ma ammetto che in Italia, a molti, lo stesso Cavaliere non risulti molto simpatico, forse per semplice invidia (ricco, belle donne, tante stupende proprietà, e soprattutto perspicace imprenditore); ma superiamo questo problema di simpatie ed antipatie. Vi invito a notare che: 1) La magistratura è andata a scovare tutti gli scheletri negli armadi di Berlusconi, mentre ad altri industriali che “hanno i cimiteri” nei loro mobili (tipo lo stesso De Benedetti) non li hanno nemmeno pensati. 2) Dicono che “la Legge è uguale per tutti”. Sta di fatto che: - vogliono la votazione palese al Senato per la decadenza dello stesso Berlusconi, cambiando di fatto le regole durante i giochi; - sul giudice Antonio Esposito, definito il “chiacchierone”, che ha violato indubbiamente la Legge che lui stesso deve difendere, anticipado la sentenza sul caso Mediaset, il CSM ha aperto un fascicolo di inchiesta, ma sembra che a breve verrà addirittura archiviato. 3) A me sembra che, di fatto, il Governo Letta stia legiferando e decretando norme sempre “consigliate” da Berlusconi: no Imu, no aumento Iva, taglio delle spese dello Stato, e meno tasse. E proprio il premier Letta ed altri ministri affermano continuamente che si inizia a intravedere la fine di questa devastante crisi europea, e non solo italiana. Ricorderete che queste cose sono state chieste nel programma di alleanza del PDL per la formazione di un “governo di intesa”. Notate che solo l’iva è comunque aumentata di un punto, ma incredibilmente ha dato un gettito del 4/5% in meno, ovverosia, più iva ma meno entrate! Non dimentichiamo che il PDL di Berlusconi, così come affermano gli stessi componenti del partito, alle precedenti elezioni, ha ottenuto più del 30% dei consensi, quindi un terzo degli italiani! E’ ricordo che quando si dovette poi eleggere il nuovo governo, il PD non riuscì a trovare i numeri giusti per avere conferma nelle Camere, e peggio per l’elezione del Capo dello Stato, durante la quale elezione, il PD bruciò molti dei suoi cavalli di battaglia (Prodi, Marini, Rodotà, ecc.)! E proprio Berlusconi, capito il grave stallo dell’Italia, si recò per primo dal Presidente Napolitano, pregandolo di rimandare le sue dimissioni, e così l’Italia ebbe un nuovo Governo ed un altro Capo dello Stato! 4) Berlusconi ha più volte asserito che uscire dall’Euro, potrebbe essere stato anche una cosa favorevole, e per queste sue dichiarazioni, fu comunque beffeggiato e ridicolizzato! Oggi che il FMI, vorrebbe eseguire un prelievo forzoso del 10% da tutti i conti correnti degli europei, chissà quante persone hanno pensato che forse Berlusconi aveva ragione! A questo, aggiungiamo anche che quando la Comunità Europea vuole soldi, dobbiamo correre, ma per gli sbarchi a Lampedusa, la sepoltura di Priebke, e tante altre problematiche europee che si concentrano da noi in Italia, l’Europa, spesso fa finta di essere distratta! 5) Faccio infine presente che, nonostante tutte le cosiddette auto blu usufruite da tutti i politici italiani (dello Stato o semplici regionali) con scorta e autista, Berlusconi viaggia a sue spese su un’auto blu super blindata di sua proprietà, su un aereo privato di sua proprietà, e sulla sua prima abitazione, comunque ha pagato l’imu. Io credo che Berlusconi sia stato un buon uomo politico, e soprattutto un grande imprenditore. Mediaset è una delle poche aziende tutta italiana che ha sempre bilanci positivi, investe in Italia e paga le tasse in Italia. Una volta, tra gli industriali italiani più forti, ricordo Agnelli e la Fiat. Oggi esistono Berlusconi e Mediaset! A voi cari concittadini, le opportune considerazioni. Sta di fatto che tra poco, Silvio Berlusconi diventerà un martire della Repubblica Italiana, e possono farlo decadere, non fargli proseguire la sua carriera politica, e quant’altro, ma oramai in Italia si è radicato il “Berlusconi pensiero”

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog