Cerca

Little things that kill

Ci dev'essere tra la carta stampata un malanno di stagione, chiamato Penuria di Notizie. Sì, perché solo così si può spiegare l'articolo corredato di foto a pag. 10 di Libero di ieri (non a pagina 32 dove ogni tanto il Corriere relega gli editoriali di un tale Ostellino) a favore di una certa Ylenia Citino, bionda neolaureata che si aggiunge alla teoria delle carneadi berlusconiane. In ammirevole afflato poetico si squadernano estaticamente le virtù portentose della Citino, una militante pdl che passa con nonchalance dal salotto di Uomini e Donne al “gabinetto del prefetto della regione Parigi-Ile de France”: al che, forse, si può presumere che al redattore T.M. sia rimasta nella penna la parola “ufficio, di gabinetto”, perché se no, l’effetto tronista rischia di far apparire la ragazza come la guardiana dei cessi del prefetto…sia mai, che un simil vile lapusus calami deturpi l’immagine di questo virgulto berlusconiano che già si cimenta con la saggistica: la biondo-crinita neo-politologa esce infatti in libreria con un libro sul "finanziamento dei partiti dal fascismo ad oggi" - un tema inedito, pour la petite - prefazione di Berlusconi lui-même sorridente in solio. Che dire: ad maiora, Citino. Con tanti auguri a Libero di riprendersi velocemente dalla malattia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog