Cerca

Un Uomo Sbagliato

Buongiorno direttore! Il 23.10.2013 sono stato condannato dal tribunale di Velletri (rm) a due anni con la sospensione della pena e risarcimento alla parte offesa. Il reato di cui sono stato accusato è truffa e calcagna, negli atti non c'è uno stralcio di prove che mi possa accusare di questo reato. Quando a preso la parola il pubblico ministero è stato molto breve ha letto il codice penale che mi s'addice al mio capo di imputazione senza considerare se ci sono prove che s'addice alle accuse che lui (PM) leggeva in quel codice penale. Il mio difensore ha chiesto l'assoluzione piena perché il fatto non sussiste per mancanza di prove. Dopo mezzora entra il giudice e legge il verdetto io condannato a due anni con la sospensione e a risarcire la parte offesa, provo sgomento e rabbia che una giustizia possa essere così malata sparando a zero sentenze. Io da ieri sono un detenuto con una pena da scontare nei giorni futuri. Se disgraziatamente entro i cinque anni mi ritrovo in un piccolo caso penale mi sbattono dentro ( carcere) sono un artigiano con un lavoro a contratto fisso che fino a giorni fa ero tranquillo e sereno ma da quando ho questa condanna ingiusta faccio fatica ad andare avanti. Grazie direttore per la attenzione. (Mariangelo Boi)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog