Cerca

Un Paese sotto (falsa) censura...

L'Italia sulla stampa è certamente un paese oscurantista... Meno male che però sono tutti continuamente in televisione e sui giornali nazionali a denunciarlo; per non parlare del giornaliero casino pubblico che siamo soliti fare su questo tema e con il quale tediamo continuamente perfino il Parlamento europeo. Altrimenti sarebbe stato anche peggio. I giornalisti zittiti, dopo aver gridato ai quattro venti di esserlo stati, e per quali fantomatici e oscuri motivi, non tralasciano di dire perfino a reti unificate anche le classiche peste e corna su coloro che a loro dire si sono permessi di censurarli e, per non farsi mancare nulla, scadendo immancabilmente sul personale. Poi, subito dopo si promuovono autonomamente a politologi e/o critici di fama internazionale per autoreferenziare cosi il loro malcelato impegno alla "sinistra" delegittimazione dei primi. Infatti, da quel momento li osserviamo dediti esclusivamente all'opinionismo rivoluzionario e anticasta di massa... che fà cosi modaioli. Tanto, a loro che gli costa?!... Sembra quasi uno schema studiato, ex ante, a tavolino... oltre che ormai consolidato. E pazienza se poi via via tutti gli stranieri c'hanno creduto davvero. Basta vedere in che razza di posto ci collocano nelle loro attentamente studiate classifiche. Allocchi!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog