Cerca

frode processuale subita, ho riportato i fatti al Ministro Cancellieri, ho ricevuto il silenzio!!!!

Sono vittima di frodi processuali - civili e penali -. fatti e circostanze riportati alla magistratura competente, al presidente Napolitano (che ha inviato le carte al C.S.M.), ai vari Ministri (tra questi la Cancellieri), al C.S.M. alla Corte di Cassazione ecc. Il ministro Cancellieri, nonostante mie sollecitazioni ad una risposta, non si è degnata di scrivere una parola. Recentemente mi ha scritto il C.S.M. che aveva chiesto di relazionare sui fatti il Presidente della Corte d'Appello di Ancona; quest'ultimo presidente, dopo aver chiesto lumi al presidente del Tribunale di Ascoli Piceno, ha "archiviato" l'incarto ( non si capisce cosa c'era da archiviare, non era mica una denuncia penale o un processo), ipoteticamente era un atto per consentire al C.S.M. di valutare il comportamento illecito di alcuni magistrati e giudici onorari: Ho chiesto le carte prodotte dal Presidente della Corte D'Appello di Ancona, che dopo un primo diniego mi ha dato il suo documento (previo pagamento dei diritti), dove cita una relazione del Presidente del Tribunale di Ascoli Piceno; ho chiesto copia di quest'ultima relazione che mi ha negato con la formula "....non ricadente in procedimento passibile di accesso"". Ho insistito nella richiesta eccependo che: documenti formati in capo alla mia persona non mi possono essere negati; oggi ho fatto richiesta d'accesso al predetto documento al Presidente del Tribunale di Ascoli Piceno, il funzionario interpellato mi ha chiesto un'istanza, che avrebbe rimesso alla valutazione del Presidente del Tribunale. Il Ministro della Giustizia: "ASSENTE", FORSE PERCHE' NON HO ADERENZE IMPORTANTI, SONO UN CITTADINO ITALIANO DI SERIE "B" O FORSE "C" O FORSE SERIE MINORI, IL CITTADINO ITALIANO - PER LE ISTITUZIONI - CONTA MENO DI UN EXTRA COMUNITARIO.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog