Cerca

ARRESTATO IL PERICOLO PUBBLICO NUMERO UNO

Berlusconi Silvio da Harcore è finalmente in galera. Aveva tenuto rapporti d'affari con i poteri occulti, più di tutti i presidenti banchieri della repubblica italiana messi assieme. Si era arricchito alle spalle del popolo, più di tutti i ministri e politici succeditisi dal Regno delle Due Sicilie ai giorni nostri. Aveva fatto leggi per se, non per gli italiani, come invece hanno sempre fatto tutti i politici progressisti dal tempo dei Borboni. Aveva sistemato in politica parenti e amici più della famiglia Berlinguer, più dei Letta. Aveva fatto uscire di galera i suoi complici, più della ministra Cancellieri, avendo ottimi rapporti con la magistratura. Si era sollazzato in comportamenti indecenti più di Marrazzo, Vendola e Lussuria e altri pervertiti, scandalizzando il parlamento. Aveva cospirato contro la patria più di Togliatti Palmiro, il faro splendente di tutti i Sinceri Democratici. Fece sua una frase di Benito Mussolini: Non è difficile governare l'Italia. È impossibile. Macchiandosi così anche di apologia del fascismo. Un'aggravante: quando parla, si capisce ciò che dice.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog