Cerca

Cattolici a Torino

Gentilissimo direttore, leggo nel numero del 5 c.m. l'interessante articolo di G. Veneziani "Scuola cattolica annulla corso sulla famiglia: disturba gli omosessuali" che mi stimola alcune riflessioni. A Torino non cambia niente anche dopo 150 anni abbondanti: allora la Costituzione (e/o Statuto) veniva abitualmente e legalmente annullata nella guerra anticattolica del risorgimento contro la chiesa, le sue istituzioni, i suoi principi, la sua decantata libertà in "libero stato", il suo popolo, religioso e laico, ed i suoi beni degli illuminati statisti che rispondevano a nomi quali Cavour, Ricasoli, Rattazzi e quant'altri. Oggi la situazione è simile e la propaganda anticattolica rimane imperante tanto da impedire la libertà di espressione e probabilmente anche la perdita di convenzioni (non favoritismi!)nel terrore della potente ed estesa lobby gay che ormai non lascia più - specie nella comunicazione - spazi ad idee diverse, valori ed opinioni diversi. Avremo una nuova unità d'Italia dal pensiero unico e rappresentata dalla cosiddetta bandiera della pace, la bandiera invertita dell'iride. E così sia. Grazie

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog