Cerca

solo semplici numeri

Egregio Direttore, Con tutti i vari esperti che scrivono o parlano di equità e diritti. ( ma penso che di tutti quelli che parlano nessuno ha mai lavorato) Io sono un semplice lavoratore, sotto le riporto dei numeri solo e semplici numeri Ma che sono importanti per la mia vita e quella di molti altri lavoratori nella medesima situazione. SONO SOLO SEMPLICI NUMERI : LAVORATORI DI SERIE A - LAVORATORI DI SERIE B SCOPRIAMO SE CI SONO DIFFERENZE …….. CHI ha potuto studiare fino alla laurea FA/ FARA’ un lavoro – AVVOCATO – DOTTORE ecc. ( per i politici esistono solo i laureati ) Questo lavoratore lavorerà ( se lavorerà ) da un’età di circa 25/26 anni e non verrà mai punito 25/26 anni + 41/40 di contributi = 66 anni di età. (quadra. NO PUNIZIONE. ) UN POVERO ITALIANO è obbligato a lavorare dai 15/16 anni di età ( o va al lavoro o la famiglia non può andare avanti con il solo stipendio del padre o madre che lavora ) e dopo che lavora 40/41 anni decidono di punirlo , e se non vuole essere punito ( nel suo alto vitalizio accantonato dopo 41 anni - FORSE 1.200 €/mese) DEVE LAVORARE 51 ANNI ( 51 anni di contributi versati ) PRIMO ESEMPIO: UN GIOVANE LAUREATO : 25/26 anni età inizio , 66 anni età di pensionamento Differenza 40/41 di contribuzione NO PENALIZZAZIONI. SECONDO ESEMPIO: UN POVERO ITALIANO : 15/16 anni età inizio , 40/41 anni di contribuzione ( come il giovane laureato ) età di pensionamento 57/58 anni di età DEVE ESSERE PUNITO. : 15/16 anni di età inizio , 66 anni età di pensionamento ( come il giovane laureato ) Differenza 50/51 di contribuzione PER NON ESSERE PUNITO ( rammento che le nostre ( comuni lavoratori ) pensioni non sono come quelle dei POLITICI o di MANAGER - Noi forse dopo 41 anni di lavoro NEL PRIVATO avremo un vitalizio forse di 1.100-1.200 €/mese –) Scoperta qualche differenza??? Non è proprio possibile stabilire per i lavoratori un “numero” a cui fare riferimento GLI ANNI DI CONTRIBUZIONE e poi dal numero di contributi stabilito ( penso che 40/41 anni di contribuzione specialmente nel privato possono anche bastare) si possono trovare le varie “ alchimie” ( meno anni di contribuzione + anni di età anagrafica * diverso trattamento * Vuoi lavorare di più * sarai premiato con una minor tassazione * E’ sbagliato quanto scritto.?? E’ così costoso per lo Stato pensionare una persona che ha già dato per 40/41 anni indipendentemente dall’età senza PUNIRLA.?? LAVORATORI PRECOCI ormai stanno sparendo è un calcolo che si può fare. Chi ha iniziato prima dei 19 anni, che nel 95 aveva almeno 18 anni di contribuzione e chi prima della legge Fornero aveva almeno 35 anni di contributi versati. ( Questi lavoratori si sono già presi in toto il passaggio dai 35 ai 40 anni di contribuzioni senza poter usufruire delle varie “ quote” ( 95/96/97) per accedere alla pensione. Spero di essere leggibile ( chiedo scusa per errori ortografici o di espressione) Cordiali saluti Colombo Alfio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog