Cerca

Nel PD sono spuntate las pelotas di acciaio al premier Letta

Nel PD sono spuntate “las pelotas” di acciaio del premier Letta Il Pd è allo sbando totale se sono spuntate addirittura “ las pelotas” di acciaio al capo del governo, Enrico Letta. Probabilmente da piccolo guardava un cartone animato, che molti ricorderanno, intitolato: ”Mazinga”. Questo eroe di metallo, che piaceva tanto ai giovani e meno giovani, negli anni ’80 faceva sentire quella generazione, a cui appartiene anche Letta, tutti più forti e sicuri di sé. Infatti, Mazinga faceva breccia nella fantasia dei giovani spettatori, che si sentivano quasi al suo fianco, mentre assistevano ai suoi scontri, aspettando la mossa successiva, pensando a come fare per vincere una battaglia ormai quasi irrimediabilmente persa. L’unica differenza è che per Letta è impossibile vincere la sfida di salvare l’Italia da questa disastrosa crisi economica, morale, sociale, etc. perché i suoi compagni di partito non lo considerano l’eroe di acciaio in cui aver piena fiducia. Anzi lo vorrebbero eliminare loro stessi e prendere il suo posto, per esempio Renzi, un altro eroe di cartapesta che si vende molto bene, facendo credere di possedere la pozione magica per farci uscire dalla forte recessione in cui ci troviamo, ma alla fine oltre ad avere la battuta pronta, non c’è sostanza nei suoi discorsi. Povero illuso partito democratico! D’altra parte Letta fa anche tenerezza, ma se non riesce a tenere a bada i suoi compagni di partito e se non viene considerato il loro leader, come può pensare a strategie di lotta per combattere i mali che affliggono l’Italia? Forse a Letta ci vorrebbe veramente la corazza del “ Grande Mazinga” per fare piazza pulita all’interno del suo partito. Infine anche il centrodestra ha qualche problema interno, ma a breve dovrebbe essere tutto risolto per ripartire solo con persone che credono in un progetto e in un leader. La fiducia nel leader di un partito è fondamentale per iniziare seriamente, tramite idee e programmi costruttivi, a ridare innanzitutto speranza al futuro dei giovani, dove molti a 35-40 anni sono ancora alla ricerca del loro primo impiego, ma anche a chi chi ha perso un lavoro, non dimenticando gli anziani che vivono con una misera pensione. Queste sono soltanto alcune delle priorità che tutti conosciamo, però se non riparte, finalmente, la nostra economia, in particolar modo quella delle piccole e medie imprese, il vero motore dell’Italia, con “las pelotas” di acciaio di Enrico Letta non andiamo da nessuna parte. Speriamo che il lume della ragione scenda sul Parlamento italiano! Gerardo Petta, Zurigo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog