Cerca

Sei cristiano, etero e ami la famiglia? Ahi, ahi, ahi !

Egr. Direttore Belpietro, mi riferisco alle discriminazioni che subiscono , in silenzio, i cristiani, e gli etero, si proprio gli etero, sarà perché entrambi non hanno particolare affezione per il mondo gay a cui non basta essere rispettati e accettati come tutti noi, vogliono di più. Diversamente dalle discriminazioni urlate dal mondo gay e non solo. Non passa giorno che non ci porti notizie di aggressioni , purtroppo non solo verbali, ai cattolici, nelle scuole, nelle chiese, l'abolizione dei crocefissi, la soppressione delle classi di religione ecc. E gli etero che c'entrano? C'entrano, c'entrano, in modo particolare se poi sono anche cristiani. In Svezia, giornalista con crocefisso al collo viene cacciata. Ho letto che in America le forze armate hanno aperto ai gay, cosa buona e giusta, ma purtroppo la fine di una discriminazione ne ha creato un'altra, ancora più grave e di senso inverso a mo' di ritorsione, cioè da parte di una minoranza nei confronti di una maggioranza. Proprio in seno alle truppe, con il divieto di celebrazione della Santa Messa o addirittura della lettura di un messaggio del vescovo alla truppa, poiché andrebbero a turbare gli animi sensibili dei militari gay che come è noto non nutrono simpatie per il cristianesimo, irriducibile ostacolo al gayismo. Inoltre nell'esercito vige ora l'obbligo per tutti di astenersi da qualsiasi forma di dissenso rispetto a tali misure e basta un sospetto per essere cacciati. Questo non accade ancora in Italia, ma in questa era di globalizzazione quanto ci impiegheremo ad importarla? Oggi, tutti hanno il diritto di gridare alla discriminazione, tranne i cristiani, cattolici e gli etero (verrebbero per direttissima accusati di omofobia mentre l'eterofobia è vocabolo inesistente) divenuti ora “la maggioranza dei diversi” e subiscono soprusi da parte degli ex discriminati. Come potremmo definire tutto questo? una evoluzione? Un ribaltone progressista? Hanno distrutto (o almeno non cessano di provarci) la religione proprio la Cattolica, hanno distrutto il senso della patria e della nazione, hanno smantellato la famiglia e sottratto i figli dalla patria potestà dei genitori, stanno distruggendo la proprietà (perché è furto aggravato), ora si stanno industriando al eliminare le naturali e sacrosante differenze tra i sessi, cioè l'identità di genere, per farne un pastrocchio indifferenziato che eliminando femmine e maschi porterebbe alla creazione di un nuovo umanoide. Che meraviglia, una sorta di psico-androgino mostruoso, intercambiabile nelle sue funzioni, maschio con le femmine e femmina con i maschi, tutti confusi appassionatamente con qualche difficoltà per le femmine ma tutto si può aggiustare con la tecnologia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog