Cerca

Cronaca giudiziaria falsa, surreale e tragicomica

Egregio Direttore, Vorrei denunciare il giornale Unione Sarda in quanto il 7 febbraio 2013 usciva un compiacente articolo di cronaca giudiziaria sull'Unione Sarda inerente la condanna abuso in appello del sottoscritto presso il tribunale di Cagliari. In questo articolo veniva citato ancora mio padre, che nulla centra con lo scrivente, menzionando danni alle costole della controparte Francesco Floris false appurate inesistenti. Ritengo che tale notizia sia stata commissionata dalla controparte precisamente dall'avvocato Efisio Floris e dal maresciallo dei Carabinieri Antonio Cappellu effettivamente ancora operante presso il Comando di Dolianova nonostante denunciato tramite il Comando Generale dell'Arma di Roma due settimane fa con riscontro a Cagliari. In alternativa la notizia verrebbe, quindi, fornita tramite compiacenze dello stesso tribunale di Cagliari. Tralasciando la passività degli ex legali Sandro Grimaldi e Marcello Chessa nel replicare questo articolo e quelli passati, ritengo di poter affermare quanto esposto a dimostrazione del fatto che in passato la controparte ha collaborato a delinquere con la stampa locale e magistrati di Cagliari con un premeditato e medesimo disegno criminoso al fine di voler intenzionalmente diffamare il sottoscritto e padre con notizie di cronaca falsate all'inverosimile diverse dalla realtà e dalla normale cronaca giudiziaria che cita equamente nel processo sia l'accusa che la difesa. Preciso che in tale vicenda giudiziaria mai nessun giornalista è stato presente al processo, sopratutto quest'ultimo, né ha mai contattato l'interessato per scrivere equamente. L'articolo di giornale in questione compare tra l'altro in modalità tragicomica su internet in un ridicolo e raggirevole sito intitolato “le mamme fans del cantante Marco Carta” a dimostrazione della incompetenza e penosità di questo giornale che si è già occupato con divertimento di diffamare pesantemente mio padre mediante una tragica vicenda giudiziaria con articoli denunciati sia alla Procura di Roma che alla Procura di Cagliari articoli compiacenti denigratori, raccapriccianti, surreali e gravemente calunniosi architettati tramite conoscenze e corruzione con la controparte. Lascio la valutazione di questa stampa locale a giornalisti e redazioni più serie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog