Cerca

TIFONE HAIYAN, DEVASTAZIONE PREVEDIBILE

Caro Direttore: Raramente mi turbano le ormai consuete immagini che il piccolo schermo giornalmente ci ha abituati a subire. Quasi onnipresenti incidenti mortali, omicidi, tragedie, ormai ci si fa il callo. Quella delle Filippine invece è una tragedia che non mi ha lasciato indifferente e mi ha ricordato che nelle avversità anche un piccolo aiuto è come un raggio di sole che ti riporta a vivere. Ho spedito la mia offerta e spero siano in tanti gli italiani a contribuire. Ho visto povera gente morta, macerie detriti ed altra gente che ha perso tutto, anche le misere poche cose che gli erano indispensabili per sopravvivere. Scene apocalittiche con persone ferite e bambini piangenti. Penso che abitare in quei luoghi significa avere un amore disperato per quel paese e riconoscerne la vita cruda. Stanno molto peggio di noi e non hanno la possibilità di costruire città sicure. Senza i mezzi necessari ci saranno altri tifoni, catastrofi ed altri morti. Basta morti evitabili! Questo si chiama mancanza di prevenzione. Ricordo che l'inizio di una storia non comincia mai in quel punto preciso, ma molte, molte pagine prima.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog