Cerca

Tartassata per due Qud

Io sottoscritta Marinella Rocca res. in Cagliari in Via Aresu 1 gradirei segnalare alla SV. le seguenti incongruenze relative alla mia situazione economica. Sono una pensionata di 68 anni che da circa 8 percepisce una pensione minima di € 640 al quale va sommato l'assegno divorzile di € 330. Da una rapida somma si capisce che la cifra complessiva con cui devo vivere non supera i mille euro. Vista la situazione attuale potrei dire che non sono la più sfortunata, anche se vi garantisco che arrivo a fine mese con molte difficoltà, perche nonostante abbia avuto un cancro con l'esporatzione di un rene pago profumatamente una parte di medicinali non compresi nei salvavita. Dove sta il problema: nonostante il basso reddito mi vengono detratte 1217 € annue dall'assegno divorzile, assegno che considero con molta amarezza uno schiaffo alla povertà, perchè dopo anni di grossi sacrifici passati a crescere i miei tre figli con un marito dal fare autoritario e distante da tutti i problemi della vita, mi ritrovo adesso con quattro soldi che non servono più a niente. In sostanza; dopo il danno la beffa. Senza parlare dell'ICI che per una strana diminuzione di un coeficiente di 30.60, tra parentesi proposta dal PD, potrebbe arrivare nel mio caso a bel 780,60€ per una per un piccolo appartamento di 70 Mq. Vi chiedo a questo punto: è possibile che questa situazione debba continuare. Non si potrebbe valutare anche il reddito come hanno proposto Berlusconi e Alfano del PDL e il presidente della repubblica. Da voi che avete le migliori cariche istituzionali mi aspetto un intervento pratico. Perchè si devono tassare sempre i poveri. Quei 1217 € che a voi sembrano pochi spiccioli a me permetterebbero di risolvere tante scadenze che purtroppo rimangono indietro e allevierebbero il mio handicap. Spero che queste mie non restino solo parole al vento. Abbiamo bisogno di qualcuno che ci risponda almeno con una mail, visto che ci state costringendo piano piano anche ad informatizzare le comunicazioni, anche questa è una spesa che ho dovuto sostenere perche devo avere un conto corrente e devo poi controllarlo e fare delle operazioni. Queste cose, costano perchè non possiamo più farne a meno. Vi porgo i miei sentiti saluti e allego documenti medici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog