Cerca

IL PD E LE PRIMARIE TAROCCATE

Ci ho pensato molto e alla vigilia delle nuove primarie del Pd ho deciso di rivelare pubblicamente una storia singolare che mi ha visto coinvolto. Mi chiamo Massimo Boccucci, sono un giornalista professionista ma in questo caso l’attività professionale nella vicenda non c’entra. La lettera raccomandata A.R. inviata il 3 gennaio 2013 al legale rappresentante del Partito Democratico Unione Regionale Umbria non ha mai avuto una risposta, perciò ho deciso di raccontare quanto mi è accaduto. Ho appreso e verificato - scrive nella lettera inviata al Pd dell'Umbria il 3 gennaio 2013 - di essere stato inserito negli elenchi dei votanti alle primarie per il parlamento del 29 dicembre u.s. alla sezione n. 1 di San Pietro del Comune di Gubbio pur non avendone fatto richiesta nè aver espletato alcun voto. In relazione a quanto sopra preciso: In data 28/12/2012 ho ricevuto una telefonata di un dirigente del Pd che mi ha caldeggiato una candidatura facendo presente di avermi riscontrato nell’elenco dei votanti delle precedenti primarie del centrosinistra (sebbene non mi sia mai iscritto). Ho avuto conferma della presenza in questo elenco da parte del segretario dell’Unione Comunale del Pd di Gubbio, Mirko Casagrande, da me contattato subito dopo aver appreso la notizia. In data 29/12 mi sono recato alla sezione n. 1 di San Pietro verificando di persona la mia presenza sull’elenco in questione e ho invitato il presidente della sezione, Michele Sarli, a riportare nel verbale la mia presenza su questo elenco pur non avendo mai fatto richiesta di iscrizione al voto delle primarie. Con la presente richiedo in tempi stretti di conoscere le motivazioni documentate rispetto a ogni passaggio ivi espresso, riservandomi ogni tutela legale. A questa lettera non vi è mai stata risposta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog