Cerca

Gent,mo Direttore:riporto un articolo del 18/sett/1954 del vecchio Sindaco dellaa mia citta'

...intanto e' aumentato il prezzo della benzina ed e' aumentata la tassa sugli autoveicoli.Ottimisti non lo siamo poiche' l'espressione ci dice che quando quelli di Roma,ti promettono una cosa,l'ottanta per cento se la mangiano per via:ne puoi essere sicuro....Dunque fissiamoci in mente:non solo vi e'stato l'aumento sui biglietti ferroviari,sulla carta bollata,sulle poste e su altre diavolerie,ma gli automobilisti,i motociclisti,oltre le tasse che gia' pagano,debbono pagare ancora,tutti assieme,circa sei miliardi di imposta nuova sulla benzina e circa 10 miliardi di nuova tassa di circolazione.e siccome si parla di una eventualita' di concedere a societa' private,la costruzione di strade,;che non ci scappi fuori di pagare il pedaggio per passare su quelle strade,come al tempo del trisavolo di mio nonno.Gravare eccessivamente gli autoveicoli e metterli in condizione di non potere circolare o di circolare in condizioni onerose,significa elevare il costo dei trasporti e quindi danneggiare l'economia del paese.Significa ostacolare la diffusione dell'automezzo e quindi contrarre la produzione;significa limitare i consumi di benzina e anche danneggiare il turismo. Ma cosa volete che importi tutto questo a coloro che si sono aggrappati a Roma! ( sono trascorsi 60 anni e cosa e' cambiato? : nulla se non in peggio )

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog