Cerca

i dipendenti autogrill manifestano contro le relazioni industriali e i tagli dei dipendenti

Pescara, 20 novembre 2013 Prot. N 90/2013 Oggetto: iniziativa dipendenti Autogrill S.p.A. contro le relazioni industriali e i tagli del personale nei punti di vendita in tutta Italia. La scrivente Associazione Nazionale ha organizzato, per il giorno 13 dicembre 2013 dalle ore 10 alle ore 12, la presenza di una delegazione di dipendenti Autogrill presso il centro direzionale Milanofiori . Le motivazioni che spingono i nostri aderenti a richiedere e partecipare a questa iniziativa sono da individuare nei comportamenti messi in atto dall’Azienda in questi ultimi anni, che si ripercuotono sempre in maniera tragica sui propri dipendenti tra i quali: ? l’incapacità del management aziendale nell’individuare progetti commerciali in grado di arrestare e invertire il "decremento di ricavi"; ? Il comportamento univoco e ambiguo di relazioni industriali improntato sulla totale assenza di dialogo con i propri dipendenti e le OO.SS. che sfocia in continue procedure di licenziamenti inviate a mezzo fax (riteniamo doveroso ricordare le ultime in ordine di tempo inerenti il personale di Malpensa, Euroma2, Cinecittà2, Corsico e Corso Europa nonché i licenziamenti effettuati su Torre Annunziata Est e dei "cinque" su 140 lavoratori nella procedura del 23 gennaio 2013); ? La permanenza dell’Azienda alla Federazione Italiana Pubblici Esercizi e i relativi comportamenti sul rinnovo del CCNL; ? La gestione dell’organizzazione del lavoro, dell’offerta, della turnistica, dei presidi, del sistema HACCP e della defunta certificazione SA8000; Un progetto estremamente ambizioso messo in atto dall’Azienda che, pur avendo condiviso il percorso che l’ha resa grande con i propri dipendenti e le Organizzazioni Sindacali, ha mutato improvvisamente strategia avanzando richieste restitutive insostenibili e la sistematica decimazione dei propri lavoratori in un atteggiamento di inaudita gravità. Noi dipendenti non possiamo e non vogliamo più permettere simili comportamenti da parte di una direzione incapace del posto che occupa, desiderosi di continuare a svolgere il nostro lavoro con serenità e professionalità E’ indispensabile che i lavoratori e le OO.SS di categoria siano disposti alla totale mobilitazione contro questo clima padronale, di mancato dialogo, di terrore affinché quanto messo in atto dall’Azienda venga definitivamente fermato. Cari saluti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog