Cerca

i colpevoli della terra dei fuochi

I magistrati ed il governo di sinistra del 2006/2001 (Prodi, D’Alema ed Amato) che hanno insabbiato il verbale del pentito della setta dei Casalesi , Carmine Schiavone, nel 1997, sentito dalla magistratura, aveva affermato che nelle campagne del casertano venivano sotterrati i veleni e materiali radioattivo delle industrie del nord. I Magistrati ed i governanti sapevano quali reati venivano commessi e nessuno li ha indagati. Un magistrato di alto rango, nel commentare extra giudizio un giudicando proprietario di una società, disse “non poteva non sapere..”, noi mortali comuni possiamo dire: non potevano non sapere neanche i componenti del consiglio di amministrazione della società, così come non potevano non sapere i direttori amministrativi di quella stessa società, ma i consiglieri ed i direttori non sono stati indagati, per volere dei magistrati che hanno “interpetrato la legge” e “manipolato” il giudizio e la legge. Del resto non è nuovo che i magistrati della Corte di Cassazione, c.d. giudice delle leggi, nelle loro pronunce stabiliscono che il comportamento di una persona a posteriori viene ritenuto “un reato” a dispetto dell’art. 25 della Costituzione Italiana, “....nessuno può essere punito se non in forza di una legge che sia entrata in vigore prima del fatto commesso. Nessuno può essere sottoposto a misure di sicurezza se non nei casi previsti dalla legge.”. quindi, molte pronunce del giudice delle leggi sono da ritenere incostituzionali

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog