Cerca

i colpevoli della terra dei fuochi

0
I magistrati ed il governo di sinistra del 2006/2001 (Prodi, D’Alema ed Amato) che hanno insabbiato il verbale del pentito della setta dei Casalesi , Carmine Schiavone, nel 1997, sentito dalla magistratura, aveva affermato che nelle campagne del casertano venivano sotterrati i veleni e materiali radioattivo delle industrie del nord. I Magistrati ed i governanti sapevano quali reati venivano commessi e nessuno li ha indagati. Un magistrato di alto rango, nel commentare extra giudizio un giudicando proprietario di una società, disse “non poteva non sapere..”, noi mortali comuni possiamo dire: non potevano non sapere neanche i componenti del consiglio di amministrazione della società, così come non potevano non sapere i direttori amministrativi di quella stessa società, ma i consiglieri ed i direttori non sono stati indagati, per volere dei magistrati che hanno “interpetrato la legge” e “manipolato” il giudizio e la legge. Del resto non è nuovo che i magistrati della Corte di Cassazione, c.d. giudice delle leggi, nelle loro pronunce stabiliscono che il comportamento di una persona a posteriori viene ritenuto “un reato” a dispetto dell’art. 25 della Costituzione Italiana, “....nessuno può essere punito se non in forza di una legge che sia entrata in vigore prima del fatto commesso. Nessuno può essere sottoposto a misure di sicurezza se non nei casi previsti dalla legge.”. quindi, molte pronunce del giudice delle leggi sono da ritenere incostituzionali

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media