Cerca

Ricordo del passato

Gentile Direttore, mi sorge spontaneo dal più profondo del cuore un sentito ringraziamento per il Signor Omar Valentini, che nella sua lettere richiama alla memoria il dolente carme 101 di Catullo. Ho studiato per tutta la vita e studio ancora il mondo classico. E più approfondisco, più lo trovo meraviglioso e affascinante e più me ne innamoro, e non posso fare a meno di constatare con dolore quanto il mondo di oggi, pur con tutte le sue conquiste, sia paurosamente povero di contenuti. Mi dispiace molto che lo studio illuminante di quel mondo, così lontano eppure così vicino, in questa Italia alla deriva, dove trionfano la maleducazione, l'ignoranza e il denaro, sia considerato meno importante di uno stuoino, anzi, superfluo e trascurabile. Quanto, invece, la consapevolezza di quelle radici, il fare propria quell'antica saggezza, così attuale e viva per chi la sa comprendere, quella saggezza che parla a chi la sa ascoltare, permetterebbe di capire l'oggi alla luce del passato e la strada da seguire, di arricchire la nostra interiorità e di ritrovare una consapevolezza e una dignità del tutto perdute nel chiacchericcio vuoto e volgare del nostro tempo, che si nutre del nulla e vive del nulla.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog