Cerca

LIBERATECI DALLA FALSA LIBERTA'

Caro Direttore: Quando perdi la salute ti accorgi di cosa significa non possederla più, daresti tutto, rinunceresti a tutte le ricchezze, gli ori, gli argenti, i possedimenti e tutti i tesori dell'universo pur di riaverla, ma la salute non si compra così è per la libertà. Noi viviamo in un universo sfalsato, con uno spettro visivo sfalsato e ci crediamo liberi mentre abbiamo catene pesanti ed invisibili che ci bloccano nel nostro cammino. Siamo liberi quando un giudice ingiusto ci condanna? Siamo liberi di dire tutto ciò che pensiamo? Probabilmente se lo facessimo non troveremmo più di tre amici su tutta la faccia della terra. Esiste la vera libertà oppure esiste solo un surrogato di essa a cui ci siamo abituati giorno dopo giorno. La libertà è poter sbagliare, dubitare, correggersi, è poter dire no a qualsiasi autorità, è seguire la propria coscienza, mettere in pratica le proprie convinzioni ed agire nella luce di Dio. La libertà non la fabbricano in Cina o in Germania o in Patagonia. Libertà forse è solo una parola, una parola che non ha riscontro in nessun luogo, che non ha pietra di paragone perché chi l'ha vissuta veramente o non esiste più o è carcerato o lo possiamo trovare rinchiuso in qualche manicomio, probabilmente sedato e sotto una attenta osservazione clinica. La falsa libertà invece incombe su di noi, ci permea e ci illude di essere veramente liberi, in un non-mondo, in una non-società con una non giustizia che ci fa schiavi, strumento di un artiere che foggia spada e scudi ma soprattutto gioghi per governarci e dominarci tutti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog