Cerca

Assalto alle pensioni

Gentile Direttore, come era prevedibile il "piano Amato" di assalto alle pensioni è stato finalmente messo in atto. Altrettanto prevedibile era che esso avrebbe riguardato non solo le "pensioni d' oro" ma anche quelle sempre più in basso nella scala dei metalli: infatti il "tetto" è stato abbassato ai 90.000,00 euro (lordi)/anno e su di esse il "prelievo di solidarietà" sarà del 6%. Limitandoci a queste ultime, essendo l' IRPEF sull' importo lordo del 43% circa,rimangono circa 51.000,00/anno che divisi per 13 mensilità danno 3900,00 euro /mese.Dato che il prelievo di solidarietà verrà applicato sull'importo netto, la diminuzione sarà di circa 3000/anno, per cui l' assegno mensile sarà diminuito a circa 3600,00/euro. Certo si tratta di una non disprezzabile cifra,rispetto a pensioni al minimo o simili.Ma è fondato pensare che questo sia solo l' inizio: una volta passato il principio il tetto verrà in futuro sicuramente abbassato sino a toccare anche le "pensioni di bronzo" ed il prelievo da straodinario sarà permanente.Il risultato? Si impoverirà il ceto medio e nessun vantaggio verrà per i giovani o precari o disoccupati (che sono gli alibi per queste autentiche rapine).I soldi così ottenuti serviranno infatti per i soliti sperperi tra cui gli intoccabili vitalizi parlamentari. Ma Alfano &C che dicono e cosa fanno?.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog