Cerca

libertà di opinione

Gentile Direttore, seguo con attenzione il suo giornale e anche Libero. Molto spesso, per non dire quasi sempre, mi trovo daccordo nel condividere le considerazioni sviluppate da tutti i giornalisti e opinionisti che scrivono su queste testate. Certo, io sono un sostenitore della destra, anche di Brlusconi (malgrado tutto) e sono tra quanti sostengono che si è appena compiuto un omicidio della democrazia, ecc. ecc. Non voglio farla lunga su questo, perchè i fatti sono già abbastanza evidenti e rischiamo, nel ripeterci troppo, di diventare patetici, inopportuni e anche noiosi. E' di qualcosaltro che vorrei parlare: E' mia convinzione che a sinistra circoli una sorta di "parola d'ordine" che invita sistematicamente un folto gruppo di denigratori di professione (si fa per dire) a occupare gli spazi che i vostri giornali lasciano a disposizione per i commenti. Orbene questi commentatori molto spesso sono aggressivi nel linguaggio, offensivi nelle espressioni, spesso saturi di una ignoranza intellettuale straordinaria, ecc, ecc. Sono sempre gli stessi e sistematicamente attaccano ora lEI, ora Sallusti, ora Feltri. solo pperchè scrivete in difesa dei valori liberali e veramente democratici.In più spesso provocano reazioni inconsulte e altrettanto poco edificanti. Vorrei chiederle: a fonte di una libertà di parola che è e rimane sacrosanta, perchè non applicate anche una sorta di "libertà di non pubblicazione" ? Qualcuno potrebbe controbattermi che vorrei applicare una censura ideologica, ma non è così: Vorrei solo che i miei quotidiani non dessero spazio ai miei avversari (che poi sono invece dei veri e propri nemici ) i quali possono tranquillamente andare a pubblicare su parecchie testate (non le voglio neppure citare) sempre che le stesse non vogliano a loro volta selezionare gli scritti che ricevono. Insomma perchè certa gente non la mandiamo a scrivere da qualche altra parte, cioè sui giornali della disinformazione e sui giornali dei nostri denigratori, sui giornali ?. Penso che certa gente non meriti neppure di ricevere chiamiamole lezioni di libertà, quella libertà che loro calpestano sistematicamente. Per concludere io penso che la destra è stata ed è troppo buona, penso che voi non dovreste neppure andare a far fare audiens ai vari santoro, floris, lerner ecc, come pure non dovrebbero andare i nostri politici. Per dirla in un italiano che mi piace: se le facessero loro le trasmissioni:NON LI GUARDEREBBE PIU NESSUNO!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog