Cerca

EQUINI E SENATORI

Caro Direttore: Caio Giulio Cesare Germanico, detto comunemente Caligola nominò senatore il suo cavallo a sommo disprezzo della classe senatoria romana. Tale disprezzo si riscontra ancora in molti parlamentari che privando il senato di un personaggio come Silvio Berlusconi ne diminuiscono alquanto il valore ed il prestigio. Hanno buttato a mare cavallo e CAVALIERE, lavoro inutile in quanto se passerà la prospettata modifica costituzionale per avere una sola camera in parlamento, a mare ci andranno pure molti altri che, in verità, ci sarebbero già dovuti essere da parecchio tempo. Analizzando però la qualità della cricca dominante, tale modifica ce la ritroveremo solo nei sogni, eterei fazzoletti di cielo che allieteranno le nostre fantastiche notti invernali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog