Cerca

A proposito di dignità

Gentile Direttore, come era prevedibile ci è toccato leggere anche la lezioncina impartita da tale Gianfranco Fini al Cavaliere in materia di dignità. Il che, grosso modo, corrisponde a una trattazione sulla fissione nucleare da parte del Trota. È però lo spunto per ricordare che, almeno a livello concettuale, la dignità esiste. Chissà che qualcuno non riesca a spiegarlo al ministro Emma Bonino, che non soltanto ha avuto il buon gusto e l'intelligenza di dichiarare la sua perplessità circa l'innocenza dei nostri Marò, ma che persevera, in tema di diritto internazionale, a fare l'indiana (forse credendo sia la strategia giusta da usare per far valere le proprie ragioni a New Delhi). So che mi illudo pensando, appunto, a un gesto di dignità che ne richiederebbe le dimissioni. Ma nessuno, nel governicchio di cui la nostra eroina fa parte, ha pensato che è la dignità di tutti gli italiani quella che viene tranquillamente e impunemente calpestata in questa vicenda? Non sarà possibile proporre uno scambio di prigionieri per far tornare a casa i Marò? Nel caso, proporrei la Bonino, appunto, Fini e, a titolo di promozione di fine serie, Mario Monti. L'unico guaio è che, se pur ciò fosse possibile, tempo una settimana e ce li rimanderebbero indietro Grazie

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog