Cerca

universitari e fisco

Universitari e il fisco Insomma, da decenni si ripropongono sempre gli stessi problemi: le dichiarazioni dei redditi e dei beni fasulli per pagare meno tasse universitarie e per avere borse di studio e poi, i soliti affitti in nero. Per il primo problema, basterebbe spostare le risorse oggi impegnate dall’Agenzia delle Entrate per il controllo dei 730 dei pensionati nel controllo delle dichiarazioni Iseeu (indicazione situazione economica equivalente per università) con maggior benefici per tutti. Università comprese. Per gli affitti in nero che sono centinaia di migliaia (solo a Roma circa novantamila), sarebbe sufficiente che all’atto dell’iscrizione insieme all’Iseeu lo studente consegnasse anche un modulo con i dati relativi al domicilio (nella città universitaria o dintorni) e tutti i dati del proprietario (visura catastale compresa). Modulo da girare alla Finanza/Agenzia Entrate per verifica esistenza contratti. Sarebbe un bel deterrente e un bel recupero di tasse oggi bellamente evase. Cose semplici che non costano nulla ma riducono l’evasione vera e riportano un po’ di decenza e giustizia in questo paese. Almeno nell’ambito universitario. Roberto Nuara

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog