Cerca

Cerchiamo di essere sinceri

Si critica tanto Letta per le mancate misure, ma in realtà la colpa di una tale situazione è da addossare all'incompetenza assoluta e all'incapacità del Ragioniere Saccomanni. E' quest'ultimo in realtà che non è in grado di saper leggere i Conti e trovare, con tagli e risparmi, le necessarie risorse per il rilancio della crescita e dell'occupazione. Si limita invero ad asservirsi politicamente ai desideri del Centro-Sinistra cui non conviene migliorare la situazione economica del Paese, per il timore che eventuali provvedimenti possano esser4e accreditati al Centro-Destra. Così è avvenuto per l'IMU e per l'IVA, posto che Saccomanni aveva affermato di aver trovato le risorse, per poi smentire se stesso e riproporre la stessa situazione precedente al proprio "timido" Premier. Saccomanni dovrebbe limitarsi a fare il contabile in una media azienda del Sud, scribacchiando Libri e Registri, senza avventurarsi in scelte di Economia che non gli competono né per estrazione né per specializzazione. Lo Stato non è la Banca d'Italia, dove ogni scelta sconsiderata è possibile poiché coperta da riserbo. VADA A CASA!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog