Cerca

Libiamoci di Traviata

Libiamo ne' lieti calici, libiamo libiamo! Un inno alla vita, il Romanticismo dell'Opera che Verdi mette in scena con lo sguardo disincatato e razionalista della splendida puttana. E' il canto alla laicità dell'azione umana. La Ruby Positivista: la Breccia agli incantesimi moralistici e talebani. La Scala di Milano farà il suo tributo alla Ruby che è in ognuno di noi, che è predisposizione dello spirito e della mente contro i bacchettoni d'ogni tempo. La prostituta per la libertà che nel cuore di ognuno ha fatto il coraggio dell'Unità d'Italia del 1870, contro le etiche papaline di sempre, contro le Boccassini dell'operetta clericale nelle aule di una magistratura assetata di censura. Violetta canta l'amore del suo salotto contro gli anatemi dei reazionari della coscienza unica. Abbiamo scritto "Viva Verdi" ma perché, chiusi i sipari, non abbiamo mai scritto "Viva La Traviata, Viva Violetta"?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog