Cerca

Vergogna Trenitalia

Dopo aver pagato regolare biglietto per un Intercity con posto prenotato e metà biglietto per il trasporto a bordo del mio cane sul treno Sibari-Taranto del 20 ottobre alle 17.19, ci siamo ritrovati a viaggiare su un treno con un solo vagone affollatissimo, con gente in piedi e senza posti numerati. Tra le tantissime persone in piedi c'erano anziani e uno di loro viaggiava in quelle condizioni da Reggio Calabria. Il mio cane non è stato accettato perché "dicono che sono buoni e poi staccano le braccia ai bambini" e siamo stati relegati nella saletta dove si trova l'alimentatore, in piedi e al caldo. L'alimentatore era aperto e avremmo potuto manometterlo senza problemi. Comunque, per quanto infastiditi, abbiamo accettato la situazione ingiusta di buon grado. Fino a quando la "nostra" sala si è trasformata in una sala fumatori, con una massa di persone (più di 6) intente a fumare lì con il permesso del capotreno. A questo punto ci siamo lamentati e, quando il capotreno ha visto la macchinetta fotografica, siamo stati trattati come criminali: urla, spinte per uscire da lì, richiesta di documenti, minacce di chiamare i carabinieri (magari l'avessero fatto) e frasi assurde come "per quanto mi riguarda siete clandestini", "il posto vi spetta solo se c'è", "io vi ho fatto un favore a farvi stare lì" e simili. La restante mezz'ora di viaggio l'abbiamo fatta nel corridoio in piedi col cane che, ovviamente, intralciava il passaggio, assieme a tutta la gente in piedi come noi e alle valigie messe dovunque. Purtroppo qui ci è stato impedito di fare foto. Mi chiedo, è normale pagare 14 euro un biglietto per un viaggio IC di un'ora e mezza più 7,50 per il trasporto a bordo, accanto al posto che io ho prenotato, del mio cane per poi viaggiare in un treno minuscolo affollato, in piedi o in una sala a cui dovrebbe essere vietato l'accesso, con personale prepotente e maleducato? Io ho pagato profumatamente un viaggio scomodo, durante il quale sono stata maltrattata su un treno giocattolo in cui chiunque avrebbe potuto manomettere l'alimentatore, in cui era permesso fumare e in cui saremmo tutti, probabilmente, morti in caso di incendio, non essendo possibile scappare per via dell'affollamento? Vergogna Trenitalia!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog