Cerca

Lorenzo e Jacopo

Caro Direttore, mi ritornano in mente le parole di Lorenzo Alderani nell'incipit del foscoliano Ortis: "E tu lettore se non sei di coloro che esigono dagli altri quell'eroismo di cui non sono eglino capaci"..quanta attualità in quelle parole vista la politica che continua da imporre solo a noi sacrifici,sacrifici ed ancora sacrifici. Possibile che a Roma non ci si renda conto che siamo sfiniti dal lavorare solo per le tasse,sfiduciati,delusi e ,mi permetta,anche un pò derisi visto che nulla di quanto promesso è arrivato,anzi,ogni giorno una stangata in più,diversa solo nel nome.Per loro l'importante è l'Europa,sì,la loro Europa non la nostra Europa,l'Europa della gente.Quanto pagato fin ad ora da noi cittadini non è servito a niente,a niente. "Il sacrificio della patria nostra è consumato:tutto è perduto"...Jacopo...Se non lavorassimo più che ne sarebbe dei politici?Pensiamoci,magari per un giorno...liberi e vivi!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog