Cerca

Presidente Napolitano senza lavoro a quarant’anni «non c’è scampo»

Quello che fanno al governo non è per noi e quel poco che propongono legislativamente è sempre e comunque soltanto per i giovani. Si parla degli esodati oppure degli ultra cinquantenni ma per quelli che si trovano nella fascia intermedia assolutamente non c’è scampo. Rimane l’amarezza di sentirsi un po’ nella terra di nessuno in cui il timore per il futuro è inevitabile. I più fortunati (per modo di dire)sono quelli senza famiglia che abitano ancora nella casa genitoriale per i quali altrimenti sarebbe veramente impossibile sopravvivere. C’è chi ha perso il lavoro ma anche quelli che a quarant’anni non sono stati mai censiti nel mondo contrattuale del lavoro e risultano in uno status d’inoccupazione. Nessun capo di governo si è mai posto questo specifico problema eppure di ultra quarantenni senza un lavoro regolare ve ne sono tantissimi ed è per questo che in Italia sono nate delle associazioni le quali nonostante si prodigano di interloquire con le specifiche istituzioni spesso restano inascoltate. In questa situazione così difficile i giorni passano inesorabili senza una speranza minima di cambiare il proprio destino. Non fateci morire così! 09/12/2013 Alberto De Luca

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog