Cerca

Silenzi assordanti e sciagurati privilegi

Ad inizio legislatura parlamentare politici di ogni schieramento avevano promesso una riforma della legge sulle pensioni. Anche loro ci hanno traditi. Ho scritto a decine di associazioni che si occupano di disabilità e invalidità, senza ricevere alcuna risposta. Tutti parlano di mancanza di risorse, ma pochi dicono quanto effettivamente costa la macchina amministrativa dello Stato, compresi i costi degli enti locali. Caro direttore, Le propongo di avviare un’inchiesta su quanti sono i dirigenti della pubblica amministrazione italiana e quanto percepiscono. Le assicuro che potrebbe avere sorprese. Mi domando altresì se non sia il caso di abolire alcune sovrastrutture dello Stato, a partire dalle Regioni (una ventuplicazione dello Stato stesso). Abbiamo più volte constatato che alcuni consiglieri e assessori regionali, strapagati, hanno tenuto comportamenti censurabili o perseguibili penalmente. Per non parlare dei compensi percepiti da certi manager pubblici, elargiti nelle società partecipate, a partire da quelle nazionali per giungere fino a quelle locali. Quando mancano le risorse per le persone sofferenti è doveroso combattere ogni spreco o super retribuzione. Pongo invece qui il problema di alcune migliaia di invalidi ultracinquantenni che hanno perso il lavoro e, con questo, la possibilità di vivere una vita dignitosa. La Legge Fornero ha considerato gli invalidi alla stregua dei lavoratori “normali”, costringendo di fatto le persone con invalidità compresa tra il 46% e il 74% a lavorare fino a quasi 70 anni di età senza alcuno sconto. Oggigiorno per un invalido disoccupato è estremamente improbabile ritrovare una collocazione. Il mondo produttivo emargina l’anziano e il malato: ci deve pensare qualcun altro. Suppongo che 35-40 anni di lavoro siano più che sufficienti per chi si trova in questa condizione ed è incredibile come una persona sofferente dall’oggi al domani possa veder allontanare la propria pensione di quasi un decennio. Antonio Montoro – Biella

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog