Cerca

Renzi e Berlusconi

Gentile Direttore Leggo tutti i giornali e vedo con dispiacere che nessuno,compreso il suo è obbiettivo. Non so se Domenica 8/12/13 si è affacciato in una delle tanti sedi dove si votava per il rinnovo della segreteria PD. Se ci fosse andato avrebbe notato che la maggioranza delle persone in fila erano di centro destra. Io c’ero e ho ascoltato e interrogato molte di queste.Tutti erano li per una sola speranza,”cambiare il PD”.Esautorare una classe dirigente comunista che ha distrutto l’Italia Io in fila per votare il PD? Sono da sempre un anticomunista ,e un liberale di destra,ma in questo momento ho ritenuto mio dovere morale di appoggiare Matteo Renzi che a parole dice quello che tutti le persone si aspettano che faccia. La logica della sinistra e destra è finita. Si devono fare quelle cose logiche e razionali,che chi ama il proprio paese dovrebbe fare. Quello che ha promesso è quasi impossibile,ma non per questo non si deve sperare. D’altro canto venti anni fa abbiamo fatto lo stesso con Berlusconi ,l’abbiamo votato,rivotato,e i risultati sono quelli che sono. Quello che dispiace è che Berlusconi non sa delegare e si crede eterno,come tutte le persone piene di autostima. Caro Direttore ora avete paura di parlare seriemente di Berlusconi, come se lui fosse l’unico tenutario della verità. Nessuno ha alzato un dito per deridere questo povero vecchio dei dodicimila club “Forza Silvio”.E’ una cosa patetica. Per lui largo ai giovani non esiste e Alfano non deve andare avanti. E poi non si deve dire, che si è comprato tutto e tutti. E’ per questo che Renzi ha vinto,perché noi centristi siamo delusi profondamente da Berlusconi e dalla pattuglia di Forzisti bisognosi delle sue laute prebende. E se per un miracolo il PD cambierà, lo si dovrà a noi,che con il naso turato e i 2 euro in mano abbiamo votato. Meno gossip su Libero e più senso d’Italia farebbe bene. Cordiali saluti Lamberto

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog