Cerca

Si puo' morire di giustizia ! (ma anche di partita i.v.a.)

Il cambiamento radicale , totale ed indispensabile oramai per questo paese parte dal riformare la giustizia , dal profondo . Non sono certo io a dettare una linea guida del cambiamento ma certamente io so cosa non va e cosa bisogna cambiare sulla "giustizia" di questo paese oramai statica , insensibile e ingiusta . Voglio con questa mia elencarvi alcune situazioni che mi invitano a dire BASTA , che mi invitano e spingono a prendere delle decisioni dure , difficili ma penso oramai necessarie affinchè qulcosa possa cambiare , qualcosa inizi veramente a cambiare ........ Premetto che ho un'azienda nel comparto edile da 28 anni ( 7/8 dipemdenti negli anni migliori ) e che in 28 anni ha attraversato periodi generosi ma anche difficili e impegnativi .Ora che il settore è in seria difficoltà , certe situazioni non si possono più affrontare , sopportare e quindi superare come ai tempi in cui il lavoro impegnava al pieno la mente . Non cera spazio e tempo per analizzare bene il perchè e il percome certe situazioni divenivano pericolose per l'azienda , si andava semplicemente avanti , finchè c'è lavoro si affronta tutto e tutto si supera ( o quasi ! ) . PER MANCANZA DI SPAZIO E "NOIA" EVITO DI ALLEGARE LE 5/6 SITUAZIONI DESCRITTE SULLA LETTERA INTERA NON RIPORTATA QUI APOPUNTO CHE DETERMINA POI QUANTO SOTTO Complessivamente 250/300.000 euro oltre a svariate decine di migliaia di euro "persi a piccole dosi " per futili o inesistenti motivi nel corso di questi 15/20 anni ! Ma non c'è problema , le banche sono sempre ponte a darti una mano , a sostenerti finanziandoti a copertura dei vari insoluti finchè rientri , fin quando si lavora però , e tutto ricomincia d'accapo . Ora non lo sono più tanto disponibili però e i furbetti , si perchè il più delle volte questo diventa il cliente con il senno di come funziona la legge ( tanto oggi non pago e , mal che mi vada , pagherò tra qualche anno quello che dovevo pagare oggi ) stanno diventando sempre di più , ci mancava internet a dar man forte ( a far confusione però ) alle loro fantasie. Sì perchè si sa , a voler trovare qualcosa si trova per mettere tutto in discussione . il mio avvocato un giorno mi disse : "Ti conviene rimetterci qualcosa , sai , il cliente è un gran rompiscatole ( per non dire altro ) e quindi con il tuo lavoro così artigianale , poco o per nulla regolamentato a voler trovare un appiglio si trova , oltretutto con l'avvallo di giudici e periti incompetenti , e quidi ci rimetteresti sicuramente di più Anche con uan piena ragione difficilmente le spese le recuperi ". (l'ultimo perito conosciuto non aveva mai visto un serramento fino al giorno prima della perizia preventiva dove , per citare solo un fatto , misurò lo spessore e composizione di un vetrocamera posto in opera ed integro con il metro a stecca !) Sarebbe molto semplice , basterebbe applicare una semplice condizione , naturalemnte quando le motivazioni della chiamata in causa o richiesta di perizia preventiva non siano gravi e chiare senza dubbio alcuno sulla gravità della situazione: Parto dal presupposto che se tu , cliente , hai ordinato un bene significa che disponi della somma necessaria per il pagamento dello stesso ! Bene , fatti salvi i casi con gravi ed evidenti problematiche o difetti ( gravi e quindi che ne comprometano la funzionalità o lo scopo per cui è stato acquistato il prodotto ) il cliente deve prima pagare ( anche versando il dovuto presso un conto del tribunale ) e solo successivamente dar seguito a cause civili o perizie . Almeno così si sarà garantiti che alla fine del lungo percorso i soldi ci sono e sono disponibili al rientro in tasca del cliente o per il fornitore che avesse ragion di causa . Immaginate con questo sistema quante cause civili non inizierebbero nemmeno !! Non sarebbe buona cosa anche per i tribumali dimezzare in un sol colpo le cause nuove e dar tempo massimo ai giudici di chiudere entro 1 massimo 2 anni le cause pendenti da più di un anno ? A volte mi chiedo come mai le cose più semplici non siano tali per ci dovrebbe pensarci e considerarle possibili. Cosa farebbero le migliaia di avvocati in italia ? forse quello per cui sono incaricati : valutare preventivamente e onestamente le motivazioni per cui il loro cliente intende intentare causa , eventualmente predisporre una perizia semplice con dei periti seri , istituendo un albo specialistico e quindi con persone di chiara conoscenza su quanto in questione .Consigliare il cliente infine , con eventuale perizia alla mano e a fronte della nuova legge , sulla vera possibile e giusta possibilità di intraprendere un percorso di causa civile e infine tentare una mediazione tra parti cercando di evitare di intraprendere un percorso molto più costoso e impegnativo . Credetemi , se scendessi nei particiolari e nei fatti accaduti in questi anni nei processi sopra riportati quasi non mi credereste ! Ci sono cose ancora più assurde e impensabili che sto cercando di rimuovere ogni giorno . Quando , per qualche motivo , qualcuna di esse mi ritorna all mente mi sento vuoto non riesco a reagire . Uno stato di totale impotenza mi pervade e, dopo 28 anni di lavoro in proprio credetemi , non ce la fai più a sopportare certe situazioni o a vedere con quale indiferenza o remissione tutto ciò accade . Concludo con una piccola riflessione su quanto sta succedendo in questi gioni con le manifestazioni dei cosidetti "FORCONI " e sullo stato in cui si trova "impantanata" oggi la politica e tutto il sistema .Se ne avrò l'opportunità , se mi date l'opportunità avrei molto da dire in proposito ma penso , anzi , sono sicuro che la priorità sia annche qui la stessa : La Giustizia , la giustizia da riformare è alla base di tutto . Con una giustizia "giusta" a monte di tutto credo che non potrebbe esserci corruzzione e in questo paese la corruzzione dal primo all'ultimo cittadino è ormai radicale e profonda: abbiamo convissuto tutti per anni con questo sistema e ora non riusciamo più a pulirci dentro , forse semplicemente perchè non ci guardiamo più "dentro "!. Non credo riusciremo facilmente a estirpare questa radice , però qualcosa sta succedendo , pian piano . I nostri giovani 20enni hanno capito e stanno scappando da tutto ciò . Solo vivendo fuori da tutto questo per 10/15 anni potrano tornare a cambiare questo paese , solo così si può cambiare . Dall'interno non lo si può più fare , non lo credo possibile......troppe persone hanno troppo , gli si è concesso troppo anche e sopratutto immeritatamente e ora è difficile dire a loro di rinunciare a qualcosa anzi , non è difficile , è "anticostituzionale" ! Un pensiero sulle partitita iva : Lo stato concede un porto un'armi con tutti i controlli possibili , bisogna essere candidi , avere una fedina penale pulita e perfetta , anche nei gradi di parentela . Si può facilmente uccidere con un'arma ............ La partita i.v.a è un'arma , non si può concedere una partita i.v.a. a chiunque , con il solo scopo di incassare tasse , non si può ridare una partita i.v.a. a chi ha già ucciso o ad un suo parente prossimo !! Perchè molte aziende hanno ucciso altre aziende e a volte anche il loro imprenditori e sono ancora a piede libero , armati , con licenza di uccidere , nuovamente................... UN PICCOLO , MA QUASI LIBERO , IMPRENDITORE VENETO

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog