Cerca

Lettera aperta a Matteo Renzi

LETTERA APERTA A MATTEO RENZI. "Il nuovo PD,il mio PD, non solo rinuncia a futuri rimborsi,ma si impegna a restituire tutti i soldi (circa unmiliardo di euro) che il vecchio PD,quello di D’alema e Bersani,ha arraffato,stavo per dire rubato,allo Stato Italiano,cioè a tutti noi, in questi venti anni." Questa doveva essere la "sorpresina",anzi la " sorpresona", che io mi aspettavo,ma purtroppo non c’è stata. Caro Matteo,hai perso un’occasione unica: peccato! In compenso c’è stata la promessa di lavorare lealmente con il collega Letta,attuale Presidente del Consiglio, e quindi l’implicita approvazione del decreto farlocco sul finanziamento dei partiti,che autorizza tutti i partiti,e sottolineo tutti, meno il movimento di Grillo(che ha rinunciato a 42 milioni di euro) a continuare il ladrocinio, che dura da venti anni, per altri tre anni fino al 2017, così, in questi tre anni, sicuramente troveranno il modo di fregarci ancora. Questo Letta,messo lì dal "nonno" Napolitano per il PD e dallo zio Gianni per il PDL,per me è il peggio che poteva capitarci. Infatti è falso quasi quanto Berlusconi e continua a fare promesse e proclami a getto continuo,tra l’altro enfatizzati dai giornali amici e dai media,senza mai realizzare nulla di concreto ed utile per i cittadini italiani. Per spiegare meglio il concetto, prendo uno degli ultimi slogan pubblicitari:"Bolletta elettrica:risparmi per 850 milioni di euro". Ebbene,a conti fatti,ogni famiglia italiana risparmierà ben 10(dieci) euro all’anno,cioè quasi un euro al mese. Tutto questo mi fa pensare,ma spero di sbagliarmi,che ancora una volta i milioni di cittadini, che hanno votato alle primarie, saranno delusi. A proposito di primarie,caro Matteo,facci poi sapere dove sono finiti i milioni di euro incassati (è una delle tue promesse preelettorali). Auguri! Biella 17/12/2013 Livio Costa

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog