Cerca

linguaggi inappropriati

Caro direttore, non intendo fare una disputa semantica, ma può spiegareci perché il termine "moderato" nell'attuale accezione viene recepito come virtuoso e foriero di eventi positivi e il termine "populista" come vocabolo eversivo portatore di sciagure? Dobbiamo essere moderatamente scontenti, moderatamente soddisfatti di come siamo governati,moderatamente pazienti ecc.ecc.? Ed il tanto deprecato "populismo" non è forse quello che serpeggia rabbiosamente per le strade e le piazze d'Italia e che forse farà breccia nella stolida ed arrogante sicumera della nostra classe dirigente? A me sembra che il Paese sia ( non moderatamente )incazzato e convintamente populista. Buon Natale ed affidiamoci alla nostra buona stella.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog