Cerca

Oltre ai detenuti, non ci sarà qualcun altro da curare?

Gentile Direttore, apprendo da internet la seguente notizia relativo all'evaso di Genova: "Il giudice del Tribunale di sorveglianza Daniela Verrina dice che il permesso a Bartolomeo Gagliano "è stato rilasciato su basi legittime, dopo un lungo studio delle relazioni che riportavano da tempo una compensazione del disturbo psichiatrico, lucidità, capacità di collaborare, tranquillità e nessun rilievo psicopatologico". Ci piacerebbe tanto sapere chi sono quegli assistenti sociali, psicologi, psichiatri e chi più ne ha più ne metta, che arrivano a simili valutazioni nei confronti di un individuo come quello, che alla prima occasione favorevole se l'è data a gambe. Ma com'è ridotta l'Università se rilascia diplomi a persone, che, dopo anni di studio, non sono minimamente in grado di valutare realisticamente le persone che hanno davanti e che hanno già commesso delitti atroci? O forse l'odioso buonismo nei confronti dei carnefici e l'indifferenza totale nei confronti delle vittime è diventato un cancro, che intacca irreparabilmente i cervelli e ogni capacità di discernimento?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog