Cerca

La verità sull'INDIA

In India l’omosessualità è di nuovo reato. In merito a questa vicenda,però,ho notato una certa imprecisione negli articoli di molti giornali italiani,che hanno “incolpato” la Corte Suprema di New Delhi per avere annullato una sentenza di un tribunale minore che aveva legalizzato quella pratica nel 2009. La reintroduzione del reato di omosessualità è stata automatica e originata dalla prevaricazione di quel tribunale che aveva cassato la legge del 1861,che imponeva 10 anni di carcere per “congiunzione carnale contro natura con uomo,donna o animale”,contrariamente alla legge in vigore. Infatti l’ Alta Corte sentenzia che solo il Parlamento indiano ha il potere di cambiare la legge,anzi lo “incita” a farlo. Proprio al contrario della nostra,che sempre più spesso avoca a sé decisioni che spettano al nostro potere legislativo,e quasi sempre perché questo potere,purtroppo,latita. Oltretutto in India (e ciò viene ignorato dai nostri media) l’opinione pubblica disapprova alla grande l’omosessualità,contrariamente alla tendenza dei popoli europei e americani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog