Cerca

CENTRI ACCOGLIENZA E CLANDESTINI

Questi signori vengono ( "invadono" ) in Italia spesso senza documenti e pretendono che le pratiche di riconoscimento dei loro diritti siano espletate in brevissimo tempo. Non sanno che la burocrazia in Italia è un Moloc al quale tutti noi dobbiamo sacrificare giorni e giorni , denaro e denaro, sfibrati da lunghi rimpalli da un ufficio all'altro e da interminabili rinvii. I signori arrivano e pretendo che tutti si stendano per terra come zerbini per servirli e riverirli. Si lamentano perché il tempo non passa, si annoiano ad aspettare? Ricordo che quando ho fatto il militare io e i miei compagni coscritti, italiani per jus sanguinis, siamo rimasti rinchiusi in caserma per 10 giorni e non certi per far niente, anzi da subito siamo stati costretti ai lavori forzati, levatacce mattutine, turni di ramazza, turni di guardia, turni di cucina, turni di pulizia nelle camerate e nei cessi e chi ne ha più ne metta, altro che gironzolare con telefonino e cicca in bocca. Ecco io suggerisco che nei CIE questi signori facciano la loro parte, aiutando in cucina, pulendo le camerate e i refettori, igienizzando le docce e i bagni, ne più ne meno di quello che abbiamo fatto noi italiani per ben 12 mesi senza fiatare, anzi addirittura noi dovevamo scattare sempre sull'attenti e rispondere gentilmente " signorsì!". Questi pensano di essere turisti "a sbafo" da grand'hotel? E poi a cosa serve uscire immediatamente? Per andare dove? E per fare cosa? Già è difficile per un italiano trovare lavoro, casa ecc... figuriamoci per gente che viene calata nel territorio senza arte ne parte... Qualche volta sappiamo come va a finire...in galera per furto, rapina o anche peggio. Ma non c'è da scandalizzarsi, forse anch'io farei la stessa fine se fossi da solo in mezzo ad una strada, senza soldi, senza lavoro e pieno di fame... si fa presto a dire "tutti hanno tutti i diritti che esistono", ma questo si scontra con la dura realtà quotidiana fatta di bisogni e di certezze che nessuno è in grado attualmente di garantire , in primis lo stato, avido solo di soldi tasse tasse tasse tasse fino alla nausea. Lo Stato è quello che toglie una tassa ( IMU ) da 15 miliardi e ne inventa 3 ( con acronimi degni di fertili e fantasiose menti ICU, TARES,TASI (paga e tasi)e altre ) per spennarci due volte tanto...Che tempi demenziali! Mala tempora currunt sed peiora parantur..

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog