Cerca

Forza Italia perde consensi perchè Berlusconi non parla più

Gentile direttore, l'arretramento di Forza Italia lamentato dal Cav , seppur lieve, è dovuto all'allentamento della tensione col governo Letta. Abbiamo sentito tuoni e fulmini per qualche giorno, cannonate su Re Giorgio, il governo cade, fuori i traditori ecc ecc ma ecco che ora, passata l'incazzatura per la decadenza come al solito, Berlusconi torna a mostrare il suo lato conciliatore e un po' democristiano, quello che gli fa perdere voti a vista d'occhio. Ci aspettavamo l'assalto finale alla Bastiglia o almeno una Forza Italia in preallarme col fucile puntato su Letta e i suoi complici e invece...Hanno ulteriormente alzato le tasse con l'aiuto dei traditori del Ncd ma crepa se qualcuno dei nostri ne ha fatto loro una colpa. Il calo dei consensi c'è perchè gli elettori si stanno smontando. Dobbiamo tornare a dire cose forti con toni forti. Non è tempo di moderazione, qui tira aria di rivolte. La gente vuole sentire concetti chiari e netti e vedere comportamenti coerenti. Non si può chiamare traditore Alfano, farlo fischiare dalla platea di FI e poi cercarlo per far pace. Così si perde credibilità. Qualcuno lo dica al Cav che se non la pianta di fare sempre la parte del catechista, quello che ora è solo un lieve calo di consenso potrebbe trasformarsi in un crollo. In pratica, l'unico che si dà da fare è Brunetta...lui si che spacca il mondo. E infatti lo vogliono sfiduciare. Le novità sono Toti, Bernini e Taiani il quale avrebbe il ''pregio'' di essere molto vicino ad Alfano. Sono loro i volti nuovi? Vedremo. Nel frattempo ne approfitto Direttore per farle tanti auguri di buon Natale e felice anno nuovo a lei e ai suoi familiari. Cordiali saluti Giorgio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400