Cerca

“Pacta servanda sunt”

Nonostante il notevole patrimonio immobiliare inutilizzato, lo Stato, per le sue varie sedi istituzionali, fa spesso ricorso ad immobili di terzi pagando affitti anche molto elevati. Per porvi rimedio il Milleproroghe consente alle amministrazioni pubbliche di recedere dalle locazioni passive entro il 30 giugno 2014. La questione degli “affitti d’oro” era stata già affrontata dalla legge Salva-Italia di Monti. Non so perché detta richiamata legge non abbia prodotto gli effetti sperati. Comunque mi preme sottolineare che tutti i provvedimenti legislativi devono tenere nel dovuto conto i patti sottoscritti dalle parti. Lo stesso stato non può violare le regole in precedenza concordate. Ne va di mezzo la credibilità e la fiducia che ogni singolo cittadino o stato straniero deve avere verso le nostre Istituzioni. Mi auguro che nella complessa questione degli “affitti d’oro” non venga violato un principio che costituisce la base fondamentale del diritto: “Pacta servanda sunt” - i patti devono essere rispettati-. Angelo Ciarlo angelociarlo@gmail.com

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog