Cerca

SOTTO UN ALTRO CIELO

Caro Direttore: Perché i nostri giovani dovranno vivere, lavorare, investire il loro futuro sotto un altro cielo? I miei occhi hanno sempre visto il meraviglioso cielo d'Italia e questo è il mio cielo, questo è anche il loro cielo e non è giusto che lo perdano per colpa di gente senza scrupoli. Potranno costruire fabbriche, palazzi e macchine, ma il cielo italiano no, non lo potranno mai copiare. Auguro ai nostri giovani talenti che non si arrendano mai, che non fuggano all'estero e che restino qui a lottare, quei farabutti che ci comandano potranno tagliare tutti i fiori ma non fermeranno mai la primavera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog