Cerca

Subiamo e stiamo zitti!

Caro Direttore: Se alla difesa dei nostri diritti ed ai diritti dei nostri padri combattuti ed ottenuti dai nostri avi si fossero levati uomini famosi e grandi, se agli ingegni malvagi di chi ci governa si fossero contrapposti altri ingegni sublimi e vasti e con profondità di pensiero, oggi lo straniero non invaderebbe il nostro suolo, non si mercanteggerebbero poltrone, non saremmo nell'apoteosi della vergogna. Tutto è il risultato di un "impigrimento", d'un sonno ozioso delle coscienze rette, di una indifferenza diffusa ai più alti livelli. Ma se noi non cerchiamo altro che il vero e ci sentiamo nel giusto, perché tacere? Forse la narcosi delle chiacchiere e delle promesse irrealizzabili profusa a mo' di nebbia onnipresente offusca anche le menti più acute? Forse, ma la verità è una sola e io conosco una sola verità, siamo sotto un regime e se nessun grande uomo ritiene utile intervenire, allora, non proferiamo parola alcuna, subiamo e stiamo zitti! Paghiamo e pagheremo sempre di più, questo è garantito ed è nei fatti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog