Cerca

LA FAVOLA

LA FAVOLA. Siamo sempre contenti quando qualcuno ci racconta una favola. La prima dote di un grande politico è di saper raccontare bene le favole … la seconda è di mentire sapendo di mentire. È un rosario giornaliero di proposte per uscire dalla crisi con tavole rotonde, concertazioni, patti fra le parti sociali, grandi alleanze politiche, proposte di rilancio una più strampalata dell’altra, ecc. Il punto è che in Italia per una serie di motivi si sono creati negli anni stipendifici per milioni di persone che non hanno la mentalità e la volontà per fare un lavoro vero. Questa è la vera cassaforte elettorale della ns. classe politica (destra / centro / sinistra) che si guarda bene dal toccare perché i beneficiari vanno a votare i loro “mecenati con i soldi pubblici” anche se arriva lo tsunami. Se a questi aggiungiamo i costi normali di una stato civile (bambini, anziani, ammalati, cassaintegrati, disoccupati, comunitari ed extra comunitari senza né arte né parte, ecc.), in un periodo di globalizzazione con differenze di costo orario della manodopera anche di 10 volte, senza aver fatto la Bocconi, risulta chiaro che il debito potrà solo che aumentare ( se lo indichiamo in lire sembra di parlare delle distanze galattiche ) con le conseguenze del caso: debiti = interessi sul debito = tasse per pagare gli interessi (come minimo) = meno soldi da spendere = meno vendite = meno produzione = più disoccupazione = meno entrate = più debiti = più tasse per pagare gli interessi ... La soluzione sarà lacrime e sangue. Provate a far lavorare milioni di italiani (e mi riferisco a quelli grandi, grossi e sani) abituati a campare da sempre con le tasse della collettività … MASSIMO CARPENE

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog